Biography - Simone Pansolin Website

Simone Pansolin
Vai ai contenuti

Menu principale:

Simone Pansolin, genovese, ha conseguito il diploma in chitarra classica presso il conservatorio “N. Paganini” di Genova e, sotto la guida di F. Zigante, (ha conseguito) il diploma specialistico di secondo livello presso il conservatorio “G. Tartini” di Trieste, entrambi con il massimo dei voti e la lode. Nel corso della sua formazione ha seguito seminari con E. Fernandez, O. Chassain, Jukka Savijoky, Fabrizio Giudice, Christian Saggese e si è classificato al primo posto in numerosi concorsi nazionali e internazionali. Si è specializzato in seguito nella prassi esecutiva del liuto, della chitarra barocca e della tiorba seguendo seminari di studio a Venezia e Pavia con M. Lonardi. Svolge attività concertistica come solista e collaborando con numerosi gruppi di musica antica, tra i quali l’Ensemble Il Terzo Suono, I Concerti Spirituali del Gonfalone, l’Ensemble El Melopeo, La Selva Armonica, Il Concento. Da alcuni anni collabora stabilmente con il liutista Davide Mocini con il quale esegue musica per duo di liuti o arciliuti. Ha partecipato alle più importanti rassegne di musica antica e musica da camera, tra le quali Pavia Barocca, Suoni d’Arte, Antiqua, Mosaici Sonori. Insegna presso le scuole statali a indirizzo musicale.

Accanto all’attività di musicista affianca quella di poeta. Ha pubblicato Miniature, Sciascia Editore 2009; Canti del Paroliere o Voci dal Qohelet, Joker Editore 2011; Transfert, Streetlib 2017 (premio internazionale "Voci - Città di Abano Terme”, premio nazionale "Albero Andronico", premio internazionale "Antico Borgo" 2017, premio internazionale "Alessandra Marziale"). Ha presentato i propri lavori in più eventi e luoghi, tra cui il Festival Internazionale della Poesia Trieste Poesia e Una Scontrosa Grazia. Suoi componimenti sono stati inseriti all’interno di raccolte e antologie, tra cui Il Paese della Poesia di Aletti Editore, Albero Andronico. La critica dice di lui: «Composizioni troppo belle, di terribile verità, da mettere i brividi.» (F. Russo, "Cultura e Prospettive"); «Una voce nuova, fuori dei canoni, una voce che fa riflettere, che accarezza l’immaginazione, che materializza l’essenza dell’uomo nell’universo.» (M. Carocci, "Oubliettemagazine"); «Una sensibilità d’animo di prim’ordine. […] Siamo convinti, convintissimi, che di lui sentiremo parlare, e non poco.» (F. Castellani, "Poeti nella Società").

Simone Pansolin is a Genoese musician. He graduated in classical guitar at the N. Paganini conservatoire in Genoa. He went on to earn his Master's degree at the G. Tartini conservatoire in Trieste. He received the highest marks with distinction in both degrees. During his years of study, he attended world-class masterclasses with performers such as E. Fernandez, O. Chassain, Jukka Savijoky, Fabrizio Giudice, and Christian Saggese, and came first in numerous national and international competitions. He then specialised in lute, baroque guitar, and theorbo lute, participating in masterclasses with M. Lonardi in Venice and Pavia. He is currently performing as a soloist and as an ensemble player with a number of early music groups, such as the Ensemble Il Terzo Suono, I Concerti Spirituali del Gonfalone, the Ensemble El Melopeo, La Selva Armonica, and Il Concento. For the last few years, he has been collaborating regularly with the lutist, Davide Mocini, with whom he performs as a lute - or archlute - duo. He has participated in the most important events of early music and chamber music, Pavia Barocca, Suoni d’Arte, Antiqua, Mosaici Sonori to name a few. He works as a music teacher in music-oriented state schools.
Alongside his career as a musician, he is also a poet. He has published Miniature, Sciascia Editore 2009; Canti del Paroliere o Voci dal Qohelet, Joker Editore 2011; Transfert, Streetlib 2017 (international award "Voci - Città di Abano Terme”, national award "Albero Andronico" 2017, international award "Antico Borgo" 2017, international award "Alessandra Marziale"). He has presented his poems at several venues and events, including the International Poetry Festival Trieste Poesia and Una Scontrosa Grazia. His works have been selected for collections and anthologies, such as Il Paese della Poesia by Aletti Editore, Albero Andronico. Critics have said: "His poems are too good, terribly real, give you goose bumps." (F. Russo, "Cultura e Prospettive"); "A new voice, out of the ordinary, a voice that makes you reflect, that nurtures the imagination, that provides a form for the essence of humanity in the universe." (M. Carocci, Oubliettemagazine"); "An extraordinarily sensitive soul. […] We are sure, very sure, that we will be hearing a lot about him." (F. Castellani, "Poeti nella Società").

 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu